Ricerche recenti nel campo della medicina riabilitativa evidenziano l’importanza dell’acqua quale strumento terapeutico tra i più efficaci nella cura, e nella prevenzione, di diverse patologie. Non solo di carattere fisico.

Il freddo e l’umidità costituiscono una delle cause dei reumatismi. Vero o falso? Se vuoi saperlo guarda il video. Sempre più componente fondamentale dei percorsi terapeutici in campo medico e sportivo, la riabilitazione in acqua, rappresenta una delle metodiche più promettenti nel trattamento di patologie ortopediche, muscolari e reumatiche (che possono riguardare le spalle, le anche, le ginocchia, le caviglie e la colonna vertebrale), delle malattie neurologiche (ad esempio la sclerosi multipla) e di quelle cardiovascolari e di carattere psicologico, poiché l’acqua produce una sensazione di rilassamento emotivo e migliora la circolazione sanguigna.
Essa è in grado di produrre stimoli termici e sollecitazioni meccaniche tali da favorire il recupero di abilità e funzioni di carattere sensoriale, motorio, cognitivo e psicologico, rendendo la riabilitazione particolarmente indicata nei bambini e nei soggetti con disabilità.

Titolo: LA RIABILITAZIONE IN ACQUA
Autore: GIUSEPPE CORRADINI
© RIPRODUZIONE RISERVATA