Cresce il livello di attenzione dei consumatori per la sicurezza alimentare. La certezza di mangiare un cibo sano non dipende soltanto dalla qualità dell’alimento, ma anche dai processi di produzione e controllo da parte delle imprese.

In fatto di qualità a tavola, e per quanto scontato possa sembrare, occorre partire da una evidenza statistica. E cioè: gli italiani si fidano di più del cibo Made in Italy.

Detto ciò, la sicurezza alimentare è un argomento di grande interesse per i consumatori, che chiedono garanzie in fatto di trasparenza e salubrità degli alimenti e un’informazione costante sull’attività di controllo delle modalità di lavorazione dei prodotti. Rispetto ai rischi per la qualità che possono avere luogo in sede di produzione, confezionamento, stoccaggio e trasporto dei prodotti alimentari vi sono realtà che hanno fatto dell’attenzione agli standard igienico-sanitari un loro punto di forza.

A Lino Fioravanti, Direttore Risorse Umane di Conad Adriatico, abbiamo chiesto quali sono le iniziative di Conad finalizzate alla tutela della salubrità dei prodotti.

Quando si parla di sicurezza alimentare si è soliti riferirsi, soprattutto alle nostre latitudini, alla salubrità degli alimenti. Eppure il tema della sicurezza alimentare è innanzitutto collegato a un diritto, riconosciuto per la prima volta dalle Nazioni Unite nel 1948.

Per saperne di più guarda il video.

Titolo: IO MANGIO NO-STRANO
Autore: GIUSEPPE CORRADINI
© RIPRODUZIONE RISERVATA