Rendere i genitori di bambini con disabilità in grado di comprendere meglio i loro bisogni. Il parent training di gruppo è un’attività formativa che si propone di aiutare le famiglie nella difficile sfida di assistere i figli nella vita di tutti i giorni.

Può la mente geniale di un uomo che è stato l’icona di un secolo, concepire l’idea di abbandonare un figlio in una clinica psichiatrica e non riuscire mai più a guardare in faccia la sua sofferenza? Si, può. Anche se questo padre è stato una delle più fulgide intelligenze di sempre. Per sapere di chi si tratta guarda il video.

Nel corso di un incontro tra genitori di bambini con sordocecità, nell’ambito di quello che con termine scientifico viene definito gruppo di genitori (un intervento di carattere psicologico con cui i genitori vengono preparati ad affrontare al meglio i problemi educativi dei figli), un padre invitato ad annotare su un foglio le proprie emozioni scrive: amore, protezione, futuro, speranza. Termini che già da soli bastano a spiegare lo stato d’animo di chi vive il dramma quotidiano di dover affrontare difficoltà di ogni genere: psicologiche, economiche, burocratiche.

La nascita di un bambino disabile è un evento che coglie sempre impreparati e che richiede un laborioso processo di accettazione della realtà e una organizzazione ad hoc della vita familiare, poiché le modalità con cui un padre e una madre affrontano questa situazione influiranno sullo sviluppo futuro del loro bambino.

I genitori delle persone con disabilità non si possono limitare ad aspettare il futuro, semplicemente. Ma se lo devono costruire tra mille impedimenti, con la preoccupazione costante di aver assicurato al proprio figlio un’esistenza dignitosa.

Il gruppo di genitori, dunque, consiste in una sorta di formazione pratica mediante la quale i genitori di bambini con disabilità possono acquisire, ritrovando forza e fiducia, gli strumenti giusti per assisterli nella vita di tutti i giorni.

Ad Arianna Archibugi, consulente di psicologia clinica presso la Lega del Filo d’Oro, abbiamo chiesto quali sono le principali difficoltà che i genitori di bambini sordociechi si trovano a dover affrontare e in che modo forme di supporto psicologico come i gruppi di genitori possono essere di aiuto.

Titolo: LA SFIDA PIU’ GRANDE
Autore: GIUSEPPE CORRADINI
© RIPRODUZIONE RISERVATA