La protagonista del film “Totò, Peppino e… la malafemmina” si era data il nome di un immortale. E serbò un segreto fino alla fine dei suoi giorni.

Maria Luisa Mangini, la protagonista femminile del film “Totò, Peppino e la Malafemmina” era nota al pubblico degli anni Cinquanta e Sessanta col nome di Dorian Gray. Un nome maschile e, soprattutto, appartenuto al personaggio del più noto romanzo di Oscar Wild (“Il ritratto di Dorian Gray”, per l’appunto) in cui si narra di un uomo bello e nel fiore degli anni che stringe una sorta di patto col diavolo per restare eternamente giovane.
A suggerirci quale può essere stato il motivo, forse mai dichiarato, per cui l’attrice scelse come nome d’arte proprio Dorian Gray, un particolare episodio. Se vuoi conoscere il perché, guarda il video.

Titolo: LA BUGIA DI DORIAN GRAY
Autore: GIUSEPPE CORRADINI
© RIPRODUZIONE RISERVATA