Milioni di vittime e cambiamenti epocali in molti aspetti della vita. Si credette al giudizio finale annunciato dai vangeli, ma era una malattia.

In nessun’altra epoca si pensò di essere così vicini all’apocalisse come nel XIV secolo. Dal 1348 al 1350 le popolazioni d’Europa credettero di trovarsi dinanzi al giudizio finale annunciato dai vangeli. L’intero continente, infatti, venne falcidiato dalla terribile “peste nera”: un flagello inaudito che fece un numero di morti pari a un terzo (secondo alcuni addirittura alla metà) dell’intera popolazione europea del tempo (circa ottanta milioni di persone).
In seguito all’insorgere dell’epidemia si verificarono molti cambiamenti sociali. Ad esempio le donne malate delle famiglie benestanti iniziarono ad essere accudite da servitori uomini.
Per sapere il perché di questo cambiamento, guarda il video.

Titolo: LA MORTE NERA
Autore: GIUSEPPE CORRADINI
© RIPRODUZIONE RISERVATA