OLIO AL MICROSCOPIO 22 06 2018

Individuato un metodo per stabilire la quantità di polifenoli presenti nell’olio di oliva. Sviluppato dall’Università di Camerino, il procedimento consentirà di valutare la qualità dei prodotti alimentari mediante analisi di laboratorio, nell’interesse di produttori e consumatori.

I polifenoli sono componenti naturali che svolgono un’azione positiva sulla salute umana poiché combattono i radicali liberi responsabili di forme tumorali e altre malattie. Inoltre contribuiscono a ridurre il contenuto di colesterolo nel sangue. Ma la loro azione antiossidante allunga la vita degli stessi alimenti che li contengono: ad esempio dell’olio di oliva, in quanto ne favoriscono la stabilità e ne mantengono inalterate le caratteristiche organolettiche. L’incidenza in positivo della quantità di polifenoli sulla qualità dell’olio è tale da avere indotto l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare a autorizzare i produttori ad apporre sulle confezioni una specifica dicitura purché la quantità totale di polifenoli (non tutti ma soltanto alcuni) non sia inferiore ai 250 milligrammi su 1000 grammi: i polifenoli dell’olio di oliva contribuiscono alla protezione dei lipidi ematici dallo stress ossidativo.
L’albero di ulivo si lega alla storia di un personaggio mitologico che proprio su un ceppo di questa pianta edificò il suo letto nuziale. Se vuoi sapere chi è, guarda il video.
Va anche detto che i polifenoli conferiscono all’olio quelle importanti peculiarità sensoriali di fruttato, di amaro e di piccante che rendono il prodotto riconoscibile al palato. E’ dunque ovvio che gli olivicoltori vedano nella possibilità di indicare in etichetta le proprietà nutritive dell’olio (extravergine) una opportunità in termini di valorizzazione e promozione del proprio prodotto.
Particolarmente importante da questo punto di vista, anche se finalizzato innanzitutto all’individuazione di nuovi indicatori di qualità degli alimenti, un metodo sviluppato dall’Università di Camerino che consente di stabilire la quantità di polifenoli presenti in un olio.

Titolo: OLIO AL MICROSCOPIO
Autore: GIUSEPPE CORRADINI
© RIPRODUZIONE RISERVATA